Capitolo nono – Naufraghi

Copertina D'amore e d'ombra


Uno dei più grandi pregi di Tsubasa era il candore.
Un candore infantile, disarmante, di bambino allegro al punto da ignorare ogni ombra e ogni difficoltà.
Quando riconobbe in modo inequivocabile il profumo del corpo di Sanae addosso a Misaki, rimase paralizzato, come se il cielo fosse andato in frantumi, rovinandogli sulla testa.
Per un tempo che gli sembrò lunghissimo, si sentì barcollare come se il pugno lo avesse preso lui.
Girava lo sguardo intorno senza riuscire a mettere a fuoco, finché non si fermò sulla figura della moglie. Ferma sulla porta della camera da letto…

O

 

È DISPONIBILE SUL SITO IL NONO CAPITOLO DI “D’AMORE E D’OMBRA“!

Se vuoi leggere tutto di seguito, vai all’indice.

Un piccolo regalo semiserio, dopo un capitolo così emotivamente impegnativo. TEST: che eroina di Capitan Tsubasa sei?